- Occorre avere un po’ di caos in sé per partorire una stella danzante. .: Friedrich Nietzsche -
Benvenuto Ospite | Registrati | Login | 18 Giu 2019 | h 02:10

Cerca all'interno di utenza.it

Attenzione: per visualizzare correttamente questo sito e' necessario Flash Player. Clicca qui per installarlo ora gratuitamente.
Menu principale
· Home page
· Condizioni d'uso

Inside utenza.it:
· Le News
· Il Forum
· PhotoGallery!
· Downloads
· In Cucina
· Rubriche
· Recensioni
· Meteo
· Giochi Online
· Testi canzoni
· Cerca su Utenza.it

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?

Cosa aspetti?

Registrati subito.


Risorse
· Archivio News
· Lista utenti
· Segnalaci
· F. A. Q.
· Web Links

.: Extras :.
· Annunci&Mercatino
· Autocertificazioni
· Cerca News24h
· Cerca con M.s.e.

On-line
Non ci sono utenti loggati.

Sei un utente anonimo. Puoi registrarti liberamente cliccando qui
Al momento abbiamo 74 Ospiti
e no Utenti Online

QUANDO LA MUSICA TECHNO DIVENTA ROCK:IL RITORNO DEI PRODIGY

Dovevano trascorrere sette lunghi e inesorabili anni di silenzio prima che la band targata Uk che ha permesso alla musica techno di oltrepassare i confini dei raves e diventare un genere musicale di tutto rispetto (apprezzato nondimeno dal competitivo mercato statunitense) riapparisse nelle charts europee e non,con l'ultimo lavoro"Always outnumbered,never outgunned".Il singolo che ne ha preannunciato l'uscita,"Girls",ha già ottenuto il meritato riconoscimento da parte del pubblico anche se chi spera di tovare una nuova "Firestarter"tra le tracks dell'album sbaglia di grosso,perchè A.O.N.O. ha davvero poco di techno: basta acoltare il ritmo punk e incalzante delle percussioni di "Hotride"(che vanta la collaborazione di una rinomata stella del cinema come Juliette Lewis) per capire che l'ultimo successo dei Prodigy è firmato all'insegna del rock. Ne sono una dimostrazione"Phoenix", una cover riadattata all'occorrenza di "Love buzz",gia vecchia hit dei Nirvana e dulcis in fundo più che degna di menzione "Shoot Down"feat. fratellini Gallagher,dalla scattante musicalità scandita a colpi di note,dalla voce graffiante e dalle strimpellate del basso rispettivamente di Liam e Noel. Stavolta, a quanto pare, mister Howlett non ha lasciato niente al caso e ha prodotto un album che è stato definito perfetto dal punto di vista del sonoro;eppure non possiamo non notare l'assenza di due speakers carismatici come Keith Flint e Maxim che per una volta hanno deciso di stare nell'ombra e lasciare che i riflettori vengano puntati su Liam Howlett, vera mente del gruppo,a dimostrazione del fatto che il nome "The Prodigy"non è stato scelto a caso.


Aggiungi:  Sabato, 13 Novembre 2004
Autore:  madi
Punti:
Voti: 2348
Language: ita

  

[ Torna al menu principale delle recensioni ]

Sponsor
Prenota questo spazio per i tuoi banner: clicca qui per richiedere informazioni.

.: Tips :.
Il Meteo della tua cittàIl Meteo della tua città
E' possibile conoscere il meteo anche della mia città? Certamente! Per cambiare le impostazioni basta eseguire il login e cliccare su "Il Meteo" nel Menu Principale.

Utenti e...contenti!
1cesar230
2senpai210
3Sveva46
4TreCool45
5paoloorefice45

Dettagli del concorso

Contatore Visite
Oggi:64
Questo mese:11425
Quest'anno:86573
Totale:920021

Dal giorno 08 Feb 2005

Lingue

Scegli la lingua:
Englishitaliano



Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori, ed il resto © 2007 di mia proprietà.
Questo sito è stato creato utilizzando MaxDev-MD-Pro, software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL .

Utenza.it di Enzo Imposimato - Via G. Orsi, 50 - 80128 - NAPOLI - Tel: 081 5560897 - E-mail: info@utenza.it